Comportamento di Brezza con vento fresco e mare mosso

 

Quest’anno ho trascorso le ferie estive (con Brezza al seguito) in Costa Azzurra facendo base al porto di Santa Lucia a St-Raphael, e, in un paio di occasioni, ho incontrato  condizioni di vento e di mare abbastanza importanti,

rotta st tropez.jpgcon venti di intensita’ superiore ai 20 nodi e mare mosso che non  avevo mai sperimentato su tratte  (nel caso specifico le 13 miglia da St-Tropez verso St-Raphael)  cosi’ lunghe (per la tipologia di barca). 

Ho misurato, in andatura di quasi poppa (vento da Sud), con l’anemometro portatile una intensita’ (vento apparente) oscillante tra i 18 ed i 21 nodi che sommati alla velocita’ della barca (5 nodi con punte di 6) e convertiti sulla scala Beaufort significano Forza 5-6.

Anche le onde non erano da meno, sembravano enormi (rapportate alla dimensione della barca) e comunque superiori  al metro di altezza.

 

mov05f_Capture_2.jpg

Ciononostante l’andatura quasi in poppa piena con il solo fiocco si e’ rivelata  confortevole ed asciutta (eravamo in cinque persone). La barca si e’ comportata benissimo e non e’ stato troppo difficile mantenerla in rotta. Certo che cosi’ non era inizialmente, quando avevamo su anche la randa (seppur terzarolata) oltre al fiocco. In queste ultime condizioni il rischio di una abbattuta involontaria e’ piuttosto elevato e, tutto sommato, l’incremento di velocita’ trascurabile.

 

 …………………………

Qualche giorno dopo abbiamo sperimentato, sulla stessa tratta, le stesse condizioni di vento ma che spirava in direzione tale da costringerci ad un’andatura di bolina: condizioni queste ben piu’ difficili ed affrontate con la sola randa terzarolata ed un po’ di motore. Neanche a scriverlo …siamo arrivati al porto tutti bagnati come pulcini a causa dei continui spruzzi ed anche la velocita’ non e’ stata mai superiore ai 3-3,5 nodi nonostante l’aiuto del motore.

BV

Comportamento di Brezza con vento fresco e mare mossoultima modifica: 2011-08-23T19:18:00+02:00da countrysailor
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *