Terza edizione Brezza CUP

 

Anche quest’anno viene organizzata, da Paolo, la Brezza Cup, sarà la terza edizione, quindi 3° Brezza Cup ,  prevista per il prossimo 17 Agosto 2013.

Della precedente regata/veleggiata trovate il resoconto nel blog con le informazioni sulle 7 barche che vi hanno partecipato.

Nei  documenti allegati i dettagli BrezzaCup 17 ago 2013.pdf ed il  Modulo iscrizione 2013.pdf .

Informazioni anche sul  gruppo Brezza Cup su facebook  con tutte le foto della manifestazione 2012.

 

3a brezza cup.jpg


Terza edizione Brezza CUPultima modifica: 2013-06-08T19:38:00+02:00da countrysailor
Reposta per primo quest’articolo

Commenti

Terza edizione Brezza CUP — 2 commenti

  1. Ciao e complimenti per il blog,
    Faccio una domanda a voi esperti di Brezza 22 ( io l’ho acquistata solo l’anno scorso) siete per caso a conoscenza se qulcuno ha modificato il proprio timone rendendoleo pivottante/basculante a 180° in modo che non dia fastidio durante le manovre a motore in bassi fondali ? Io parto dalla spiaggia e fincheè non supero gli scogli devo tenere con una mano il timone e con l’altra la barra del timone…scomodino. Secondo voi è fattibile come modifica ?
    grazie per la risposta e buon vento.
    assimo

    • grazie per gli apprezzamenti. Per quanto riguarda il timone, per come e’ costruita la scassa di metallo, la pala non potrà mai ruotare di 180° ne’ credo sia il caso di modificarla per lo scopo che ti poni (la modifica della rotazione a 180° sarebbe invece utile per il trasporto sul carrello).

      Comunque, con il timone cosi’ com’e’, e’ possibile far ruotare la pala di circa 120° dalla posizione di massima immersione, in modo che questa resti ben distante dall’acqua ( solo una piccola parte vicino alla scassa rimane immersa, ma non crea problemi) semplicemente agendo sulla scotta di sollevamento.

      Resta solo il problema di non far muovere il tutto lateralmente, ma per questo e’ sufficiente fissare una cimetta da 6 alla barra trasversale presente a fine pozzetto ed a questa assicurare la barra timone che, in questo modo, puo’ solo oscillare di pochi gradi a dx e sx senza creare problemi e quindi si puo’ condurre la barca agendo solo sul fuoribordo. Una volta arrivati alla giusta profondita’, si scioglie la cimetta (che rimane attaccata alla barra di acciaio del pozzetto senza arrecare fastidi) si abbassa la pala timone e si governa normalmente.
      BV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *